News
Notizie, approfondimenti, rassegna stampa

Dopo il 4 maggio 2020

di Oreste Aime | 26/04/2020

L

unedì 4 maggio si apre una nuova fase del periodo di pandemia e quarantena che stiamo vivendo. Una prima svolta - per che cosa? In queste settimane si è spesso detto che nulla sarà come prima. Previsione vera, affermazione retorica, previsione falsa?

Previsione vera: i problemi economici saranno immensi, la ripresa delle attività di ogni tipo in forse, alcune cose finiranno, altre nasceranno. Su una base davvero nuova? Forse sì, ma non bisogna coltivare nessuna illusione.

Affermazione retorica: là dove ‘retorica’ vale come giro vuoto di parole. Può essere così: l’attesa è giusta, la forza delle cose può essere ben diversa.
Dal mio piccolo punto di osservazione vedo un’attesa di ritorno alla normalità – intesa come ‘la situazione di prima’, al massimo con qualche correzione.

Previsione falsa: il sistema economico è profondamente scosso – ma non l’impianto mentale. Una vera revisione forse non è neppure iniziata. Il sistema dei consumi cambierà? L’impatto devastante sul pianeta si fermerà? I rapporti umani collettivi e personali saranno modificati? Si poterebbe rispondere di no – e dunque la previsione sarebbe falsa. E vedremmo semmai il rafforzamento di qualche potentato.

Dal 4 maggio saremo catapultati in una situazione sconosciuta che ci risucchierà nella precedente normalità, almeno per un certo periodo. Credo che sia importante, in questi ultimi giorni di quarantena, dedicare un po’ di tempo a pensare a che cosa vorremmo fare dopo e con chi.
In giro per il mondo, in qualche cabina di regia di ben altra potenza, si sta progettando il futuro. E noi?

Nell’articolo del filosofo e sociologo Edgar Morin, Questa crisi ci spinge ad interrogarci sul nostro modo di vivere, l’autore espone il suo pensiero con molta lucidità e conclude: “Il dopo-epidemia sarà un’avventura incerta in cui si svilupperanno le forze del peggio e quelle del meglio, queste ultime ancora deboli e disperse. Teniamo presente infine che il peggio non è sicuro, che l’improbabile può avvenire, e che, nella lotta titanica e inestinguibile tra i nemici inseparabili che sono Eros e Thanatos, è sano e opportuno stare dalla parte di Eros”.

Dieci anni fa, dopo la crisi economica, si diceva: non sarà più come prima. Invece siamo arrivati qui, come prima o peggio di prima.
Siamo in grado, anche nel piccolo, di fare qualcosa?

A partire dall’esperienza della pandemia…


Gli eventi drammatici del Covid-19, oltre ad aver portato con sé vari fenomeni collaterali e prodotto conseguenze molto serie, non solo sul piano sanitario, hanno portato maggiormente in luce una condizione ben nota da tempo, ovvero il fatto che viviamo in un contesto di permanente sovraccarico informativo, ora più che mai. Tra i fenomeni collaterali si annovera quello, anch’esso assai noto, della circolazione di fake news e, in generale, di disinformazione.

Oltre l’informazione

Anche quando le informazioni sono corrette perché provengono da fonti istituzionali, ci si trova spesso, inevitabilmente, a fare i conti con grandi quantità di dati, spesso in forma di numeri e percentuali, indicazioni e prescrizioni tecniche e operative. È percepibile, di conseguenza, una diffusa esigenza di riflessioni di più ampio respiro, che pongano interrogativi seri, sostengano il nostro pensare, lo aiutino a rimodulare paradigmi fin qui indiscussi, e magari provino a disegnare tracce di senso e di speranza, anche a partire dall'operato di chi è in prima linea nel fronteggiare l'emergenza.

Una piccola rassegna stampa

Per questo, proponiamo una piccola rassegna stampa - sicuramente limitata, imperfetta e tutt'altro che esaustiva - di contributi più o meno omogenei ai temi che trattiamo abitualmente, che aiutino in questo percorso. I testi vengono selezionati tra quelli resi disponibili in rete, con attenta valutazione delle fonti.

#ANCHENOICISIAMO.

Spunti per pensare (e sperare) nel tempo dell'epidemia...

  • Pontificia Accademia per la Vita, L’humana communitas nell’era della pandemia: riflessioni inattuali sulla rinascita della vita. Leggi (22 luglio 2020 )
  • Pietro Polito, Dove andrà la cultura dopo la quarantena? Per una critica liberale della cultura. Leggi su Volere la Luna (07 luglio 2020 )
  • Massimo De Carolis, Il virus della solitudine. Leggi su Centro Studi Sereno Regis (da il Manifesto) (04 luglio 2020 )
  • Vincenzo Balzani, Un chimico agli Stati Generali. Leggi su ilblogdellasci (Società Chimica Italiana) (23 giugno 2020 )
  • Pietro Polito, Elogio dell’attenzione: il messaggio della nonviolenza. Leggi su Cronache Culturali del Centro Piero Gobetti (22 giugno 2020 )
  • Iacopo Scaramuzzi, Coronavirus, Slavoj Zizek: non esiste un ritorno alla normalità. Leggi su La Stampa (20 maggio 2020 )
  • Paolo Giordano, Il confine violato. Leggi (11 maggio 2020)
  • Tomás Halik, Le chiese chiuse, un segno di Dio? Leggi (28 aprile 2020)
  • Rocco D'Ambrosio, I riti religiosi e l’etica politica. Leggi su Formiche.net (27 aprile 2020 )
  • Edgar Morin, Questa crisi ci spinge ad interrogarci sul nostro modo di vivere, sui nostri veri bisogni mascherati nelle alienazioni del quotidiano. Leggi su c3dem (20 aprile 2020 )
  • Muhammad Yunus, Coronavirus, Yunus: "Non torniamo al mondo di prima". Leggi su la Repubblica (18 aprile 2020)
  • Evgeny Morozov, L’emergenza sanitaria e il rischio del totalitarismo. Leggi su Internazionale (13 aprile 2020)
  • Papa Francesco, Ai fratelli e alle sorelle dei movimenti e delle organizzazioni popolari. Leggi su Movimientos Populares (12 aprile 2020)
  • Byung-Chul Han, La società del virus tra Stato di polizia e isteria della sopravvivenza. Leggi su Avvenire (7 aprile 2020)
  • Antonio Maria La Porta, La dimensione del tragico e il ritorno al legame sociale. Leggi dalla Newsletter del Centro Piero Gobetti (7 aprile 2020)
  • Vincenzo Balzani, Un provvidenziale ultimo avviso. Leggi su ParliamoneOra (5 aprile 2020)
  • Ángel Luis Lara, Non torniamo alla normalità. La normalità è il problema. Leggi su il manifesto (5 aprile 2020)
  • Gaël Giraud, Per ripartire dopo l'emergenza Covid-19. Leggi su La Civiltà Cattolica (4 aprile 2020)
  • Marco Craviolatti, Ridurre gli orari, distribuire il lavoro, innovare le imprese. Leggi su Sbilanciamoci.info (2 aprile 2020)
  • Papa Francesco, Momento straordinario di preghiera in tempo di epidemia. Leggi (27 marzo 2020)
  • Nicola Grandi e Alex Piovan, I pericoli dell’infodemia. La comunicazione ai tempi del coronavirus. Leggi su MicroMega (26 marzo 2020)
  • Pierluigi Mele, Alla ricerca di un senso a questi giorni… Intervista a Ivo Lizzola. Leggi su Rai News (20 marzo 2020)
  • Cesare Falletti, Dire Quaresima nei giorni dell’epidemia. Leggi su La Voce e il Tempo (12 marzo 2020)
  • Mariangela Gualtieri, Nove marzo duemilaventi. Leggi su Doppiozero (9 marzo 2020)
  • Rocco Ronchi, Le virtù del virus. Leggi su Doppiozero (8 marzo 2020)

Consigli di lettura


Aa.Vv., Dopo il virus. Cambiare davvero
Edizioni Gruppo Abele, Torino 2020
Pagine 149, Euro 0,00
La prima ondata della pandemia di Coronavirus è passata. Non sappiamo se tornerà. Per intanto, dopo avere attraversato la fase 1 e la fase 2, stiamo imboccando la fase 3 con sentimenti contrastanti. Inutile dire che l’isolamento e l’inattività forzata non sono stati uguali per tutti e hanno pesato particolarmente sui più poveri e più vulnerabili sotto il profilo economico, sociale, psicologico...
Hanno collaborato, a titolo gratuito e con grande disponibilità: Marco Aime, Franco Arminio, Mauro Biani, Luigi Ciotti, Vera Gheno, Luca Giunti, Gad Lerner, Tomaso Montanari, Franca Olivetti Manoukian, Moni Ovadia, Annamaria Testa, Ugo Zamburru.

Approfondisci sul sito Edizioni Gruppo Abele e scarica la tua copia gratuita (PDF, e-book).
Leggi la presentazione del libro (PDF)

Idee e proposte di filosofi e pensatori interpreti del presente, piccoli libri che mettiamo a disposizione della riflessione attorno a quello che sta accadendo e come possiamo immaginare il mondo a venire. Spunti che come semi possono germogliare. Abbiamo pensato di dar loro forma di ebook gratuiti per renderli adatti alla circolazione e alla condivisione.
Approfondisci sul sito nottetempo

Miguel Benasayag, La tirannia dell'algoritmo. Conversazioni con Régis Meyran
Prefazione di Régis Meyran
Vita e Pensiero, Milano 2020
Pagine 112, Euro 22,80
Miguel Benasayag, il filosofo e psicanalista di origine argentina che ci ha insegnato a difen­derci dalle ‘passioni tristi’ alimentate dalla no­stra società, in questo libro-intervista con Régis Meyran ci mette in guardia dal rischio che siano gli algoritmi dei Big Data a guidare le nostre de­mocrazie...

Approfondisci sul sito Vita e Pensiero

Bruno Latour, La sfida di Gaia. Il nuovo regime climatico
Prefazione di Luca Mercalli
Meltemi editore, Sesto San Giovanni (MI) 2020
Euro 22,80
Gaia non è il Globo, né la Madre Terra; non è una dea pagana e neppure la Natura così come l’abbiamo immaginata finora. Eppure, a causa degli effetti imprevisti della storia umana, quel che chiamavamo Natura abbandona ora le quinte e sale sulla scena...

Approfondisci sul sito Meltemi

Serge Latouche, Come reincantare il mondo. La decrescita e il sacro
Bollati Boringhieri, Torino 2020
Pagine 96, Euro 10

Quando si parla di economia non è azzardato dire che si tratti di una vera e propria religione. Come la religione anche l’economia ha le sue chiese e i suoi templi – le banche e le borse – imprese, agenti di cambio o esperti di finanza sono le sue cattedrali, i suoi prelati o profeti...

Approfondisci sul sito Bollati Boringhieri

Papa Francesco, La vita dopo la pandemia
Prefazione del card. Michael Czerny
Libreria Editrice Vaticana, 2020, 66 pagine

  • Approfondisci su Vatican News (13 maggio 2020 )

  • Scarica gratuitamente il libro (PDF)

"Animazione Sociale. Rivista per gli operatori sociali"
Un grande racconto collettivo
Numero 334/2020
Associazione Gruppo Abele, Torino
Pagine 96, Euro 0,00
Come una valanga l’epidemia Covid-19 si è abbattuta su realtà di accoglienza, servizi di cura, costringendo a riformulazioni, invenzioni, resistenze. Per rompere l’isolamento, Animazione Sociale ha lanciato l’iniziativa #RaccontaIlTuoServizio. Un invito a costruire ponti tra gli operatori sociali al lavoro nei giorni dell’emergenza. È arrivata una moltitudine di racconti da ogni parte d’Italia...
Approfondisci su Animazione Sociale

Scarica gratuitamente il numero (PDF)

Mario Operti, In cammino ogni giorno. Vangelo, giovani, lavoro
A cura di Bruno Bignami, Erika Perini
Edizioni Palumbi, Teramo 2019
280 pagine, Euro 15,00
A 25 anni dall’inizio del Progetto Policoro, le Edizioni Palumbi pubblicano un testo straordinario di don Mario Operti, fondatore del Progetto Policoro e direttore dell’Ufficio nazionale del Lavoro della CEI per tanti anni. La curatela è di don Bruno Bignami, attuale direttore dell’Ufficio CEI Lavoro e Progetto Policoro e suor Erika Perini, esperta in lavoro e pastorale giovanile.

Vai al sito Edizioni Palumbi

Dagli amici del Centro Studi…


Messaggio per il Primo Maggio 2020 | don Teresio Scuccimarra

Michela Marzano ci parla del suo romanzo L'amore che mi resta (Einaudi, 2017) | Podcast (22 febbraio 2018)

Dalle biblioteche…


Dalla Biblioteca Civica di Caselle Torinese: #Consigli di lettura

L'etica del lavoro (anche) in tempi di crisi : Primo Levi, La chiave a stella | Paolo Rocco (30 luglio 2020)

Dalla Biblioteca Civica di Caselle Torinese: #Consigli di lettura

A 70 anni dalla morte di Cesare Pavese: La luna e i falò | Paolo Rocco (11 giugno 2020)

Dal Centro Studi Sereno Regis di Torino: #CiVediamoDaTe | Un caffè con…

A 100 anni dall'arresto di Sacco e Vanzetti | Massimiliano Fortuna (7 aprile 2020)

Alberto M. Cacopardo, Chi ha inventato la democrazia? | Massimiliano Fortuna (13 marzo 2020)